Tachina

sabato 15 novembre 2014

Nuovi arrivi: Ramon



Ramon, 76 anni,  vendeva caramelle all’incrocio di due grasse arterie a Esmeraldas.  Non avendo ne familiari, ne una casa e con una grossa piaga al piede sinistro già due anni fa i servizi sociali ce lo avevano segnalato. Parò allora non  aveva voluto venire all’Asilo. Una signora gli aveva offerto una tettoia e un asse dove poter passare le notti.

Ora però la signora l’ha “sfrattato” e così si è trovato completamente “desamparado” e anche la piaga non guariva, anzi si è allargata.

Così questa volta ha accettato il nostro invito ed ora è qui con noi.

Raramente una persona che viveva di espedienti, libero e senza una fissa dimora, come Ramon, si adatta subito a un nuovo ambiante con regole e orari com’è l’Asilo e ad una vita comunitaria con persone nuove mai conosciute prima.

Ramon è davvero un’eccezzione perché si è ambientato subito e bene e “senza fiatare” ha accettato tutto ciò che gli abbiamo proposto: bagno quotidiano,  esami del sangue, cure mediche,  medicazione della piaga, fisioterapia.

Si è rivelato da subito una persona docile ed intelligente: forse perché già dal secondo giorno ha visto dei miglioramenti alla terribile piaga e con degli analgesici fa meno male, o perché comunque qui non deve preoccupasi per il cibo e per i vestiti.

Speriamo continui così.



I Fratelli di Tachina







Nessun commento:

Posta un commento