Tachina

lunedì 22 settembre 2014

Palomo


Proprio originale la vita di Palomo.
Da giovane emigra all’Oriente per cercare lavoro e fortuna. Per molti anni i familiari perdono ogni contatto con lui.
Già ultrasettantenne  ritorna ad Esmeraldas e va a vivere ..al cimitero. Sì, proprio al cimitero generale della città ! Dorme in un loculo e di giorno per sbarcare il lunario vende botigliette di acqua minerale. Così per ben 10 anni. Una sera “rincasando” col buio inciampa in una tomba, cade e si rompe un femore. La polizia lo porta all’ospedale e lì i servizi sociali rintracciano una sua nipote che un po’ per pietà cristiana e un po’ forzata dalla legge, lo porta a Quito per una protesi d’anca.
Per la nipote il vero problema sorge alla dimissione del parente. Che fare con questo strano zio, che già si pensava morto, che viveva al cimitero, che parla da solo e ora non cammina e ha bisogno di riabilitazione?

Viane a parlarci. Era il14 Dicembre dell’anno scorso.
Purtroppo si sa che i nostri posti sono limitati e non possiamo prendere tutti e subito. I casi sono tanti e tutti...cottolenghini!
Lo mettiamo in lista d’attesa, promettendo che appena possiamo lo chiamiamo.
Lei si organizza bene. Mette lo zio nella vecchia casa dei genitori e una ragazza mattino e sera va ad aiutarlo. Palomo col tempo perde un po’ la lucidità mentale, passa le giornate solo, seduto su una poltrona. Questa immobilità gli anchilosa l’anca.
Dal 10 di Settembre è qui con noi. Ha 88 anni. Abbiamo dovuto isolarlo perchè parla ad alta voce da solo anche tutta la notte. Non è cattivo, solo molto disorientato ed è agressivo solo in fisioterapia: non ne vuole proprio sapere di tutti quegli esercizi che certamente gli causano forti dolori all’anca. Karen, la fisioterapista, ce la metta tutta, però mi confida che con Palomo più che una terapista fisica si sente una torturatrice!
Fisioterapia o no, ora Palomo è qui e se è vero che non sempre c’è il silenzio del cimitero, certamente il materasso è più soffice!
I Fratelli di Tachina



Nessun commento:

Posta un commento