Tachina

domenica 28 settembre 2014

Bautismo de Rebeca


Non è mai troppo tardi per…vivere in Grazia di Dio!

Molti nostri anziani quando vengono all’Asilo non hanno la “cédula”, la cartà d’identità ecuatoriana. Questo perchè sono nati prima degli anni 60 e l’anagrafe nel Paese non era organizzata ed obbligatoria come oggi.

Così cerchiamo un documento di nascita per poterla richiedere. Ma poichè molti non hanno nemmeno questo, allora cerchiamo  nelle Parrocchie l’atto di Battesimo. Con questo risaliamo alla data (approssimativa) di nascita e con questa innoltriamo la richiesta per la “cédula de ciudadanía”. Tutto questo processo naturalmente vale solo per gli ecuatoriani e non per i colombiani per i quali dobbiamo seguire un’ altra procedura.

Nel caso di Rebeca non siamo riusciti a trovare nemmeno il certificato battesimale. Pur conoscendo il luogo di nascita, i nomi dei genitori e approssimativamente l’anno di nascita, nè a Rioverde, Parrocchia Rocafuerte, dov’è nata, né in Vicariato, dove hanno i registri antichi, abbiamo trovato questo attestato..

Lei, persona docile e mentalmente presente, non sa se è stata battezzata. Nessuno mai glie ne ha parlato.



Poichè partecipa attivamente a tutte le funzioni liturgiche, gli abbiamo proposto il Battesimo (o “ribattesimo sotto condizione”). Volentieri ha accettato. Ne abbiamo parlato col nostro P. Antonio, incaricato della vita spirituale del Centro, e con in nostro Parroco, P. Adrian.

E così Mercoledì scorso durante la S. Messa con un rito semplice e profondo, tra la gioia e lo stupore di tutti, P. Adrian ha battezzato Rebeca che è così entrata “ufficialmente” nella Famiglia di Dio, la Chiesa. Ora potrà fare la Comunione e ricevere tutti gli altri Sacramenti.

La storia di Rebeca è un’ennesima storia di rifiuto, abbandono e violenza.

Epilettica, maltrattata e abbandonata prima dalla figlia e poi dalla sorella, viveva in una baracca in un villaggio vicino a Tachina. Le suore di Tachina e i servizi sociali ce l’hanno segnalata e appena si è liberato un posto l’abbiamo accolta con grande gioia per noi e sollievo per lei. Era il 14 Aprile di quest’anno.  Rebeca ha 78 anni. Quasi non ci credeva e ormai non ci sperava più di poter dormire ancora in un letto “normale” e mangiare un pasto caldo..

Ma ora non solo questo, ha ricevuto anche il dono del Battesimo, riconquistando così oltre al benessere fisico anche quello spirituale.


I Fratelli di Tachina








Nessun commento:

Posta un commento