Tachina

giovedì 22 agosto 2013

Le ultime arrivate

Elizabet  viveva con una sua sorella. Anche per un deficit intellettuale non si è mai sposata e non ha avuto figli. 
Alla morte della sorella  il nipote non la vuole più in casa e così si ritrova a vivere in strada e dorme in un parco della città. 
Non si sa esattamente  cosa sia capitato, ma secondo i servizi sociali sembra che abbia subito delle violenze fisiche e per questo ci chiedono un aiuto per poterla ammettere all’Asilo. 
Ha 67 anni ed è una persona mite ed obbediente.  
Al mattino aiuta in cucina e al pomeriggio è impegnata ad accompagnare ed assistere Daira che è cieca. 
Saluta sempre tutti, ringrazia sempre per tutto ed è già l’amica di tutti.
Elizabet è un altro acquisto davvero…cottolenghino.
Speriamo di riuscire a ricostruire un po’ la sua storia, trovare qualche parente e magari qualche documento. 



Si vede che qui con noi si trova bene. Anche noi ci troviamo bene con lei.
Bienvenida Elizabet.

Maria Pia viene da Buenos Aires, Argentina. La sua unica figlia è una logopedista che lavora in alcune scuole del Vicariato. 
Ci ha chiesto d’accogliere la mamma che ora è in carrozzina, non più autosufficiente, mentre trova una casa e una persona che l’assista. 
Quindi starà con noi qualche mese. Questo tipo di servizio “temporaneo” è nuovo per noi, però penso che anche per il futuro potrebbe essere una nuova  forma di aiuto. 
Così come ci sono gli asili per i bambini si potrebbe in futuro accogliere  degli anziani per un servizio diurno.  
Abbiamo già un paio di famiglie  che hanno chiesto un aiuto del genere: i figli lavorano e porterebbero  il genitore al mattino per poi riprenderlo alla sera. 
Tra l’altro potrebbe essere anche un piccolo aiuto economico per l’Asilo, molto necessario in questo momento.
Pensiamo che anche questa sia una “sfida” che la Provvidenza ci propone.

Informo che sono in Italia fino al 14 Ottobre p.v. per il Capitolo Generale dei Fratelli e per un saluto ai miei.
Chiunque volesse contattarmi per un saluto e/o informazioni può chiamarmi al mio numero di cellulare italiano che è: 347-0600699.


Fratel Maurizio

Nessun commento:

Posta un commento