Tachina

domenica 27 gennaio 2013

Nozze d'argento

Un mese fa abbiamo festeggiato i 25 anni di fondazione dell’Asilo.
È stato davvero un bel momento.
C’era il Vescovo, il sindaco, il signor Bishara, collaboratori e amici.
C’è stata la Santa Messa alla “Glorieta” e un momento di ricreazione offerto dai bambini della scuola Cottolengo di sr. Giusi e dagli studenti della Cattolica.
Il Vescovo all’omelia ha voluto ricordare tutti i Fratelli passati all’Asilo,nominandoli alla preghiera dei fedeli: sono Giuseppe Visconti, Giuseppe Lago, Osvaldo, Joseph Vengasseril, Renè, Umberto e Bruno.
Ha poi ringraziato i Fratelli attualmente presenti ringraziandoli per il lavoro che continuano a svolgere a nome del Vicariato e della Chiesa.





Non è mancata una preghiera di ringraziamento per il personale e i medici.
Naturalmente non possiamo dimenticare i volontari, locali e dall’Italia, che hanno condiviso con noi un tratto della loro vita nel servizio ai nostri anziani.
Abbiamo voluto ricordare i volontari venuti nel 2012 e che simbolicamente rappresentano tutti quelli passati qui in questi anni: Silvio Deideri e Antonella Di Nunzio, Andrea Pozzan, Dina Ghibaudo, Pierluigi Fantini, Miguel Sànchez (spagnolo), Paùl Fernàndez, David Chicaiza, Rosella Quiri, Sandro Tagliaferro e Josè Vacas.
Abbiamo vissuto una bella giornata, semplice e profonda, di gioia e ringraziamento per tanti benefici ricevuti in questi anni.
In questi 25 anni sono stati ospitati all’Asilo 274 anziani. Molti di loro sono già in Paradiso e siamo sicuri della loro intercessione.
Naturalmente la giornata si è conclusa con un rinfresco: coca cola e torta per tutti.
Il Vescovo ci ha augurato ogni bene anche e soprattutto in questo difficile momento a livello economico perchè gli anziani che ospitiamo sono ancora tra i più poveri e non possono pagare una retta e il Governo in questi anni sta tagliando i fondi alle strutture ecclesiali come la nostra.
Noi come cottolenghini ci affidiamo, come sempre, alla Divina Provvidenza, sicuri che non ci abbandonerà e ci indicherà la strada da percorrere per il futuro.
Deo Gratias,

I Fratelli Maurizio, Pietro e Luciano







Nessun commento:

Posta un commento