Tachina

giovedì 30 dicembre 2010

Notizie da Tachina, Natale 2010

- Anche quest’anno com’è consuetudine in questo periodo natalizio, molti gruppi sono venuti all’Asilo per un momento di festa e un augurio agli anziani.  Non manca un regalino e la torta per tutti.
Mi piace ricordare i gruppi che ormai ben conosciamo perchè vengono tutti gli anni e alcuni anche in altre occasioni.
Anzitutto il sindaco d’Esmeraldas, Ernesto Estupiñan, con la sua famiglia: dice che è l’unico posto dove porta anche i figli e i nipoti perchè è bene che imparino ad essere solidali con i più poveri e poi qui da noi l’ambiente è sereno. Con il sindaco arriva la stampa e la televisione locale.
Tra le scuole più fedeli  merita un ricordo perticolare la “Sacrado Corazòn” del Vicariato che viene in diverse occasioni con diverse classi e che concludono così  l’attività ricreativa portata avanti tutto l’anno scolastico i sabati mattina.
Ma anche le scuole “Carlos Concha “ e “Dios es Amor” non mancano a questi appuntamenti e sanno offrire bei momenti d’intrattenimanto.
I gruppi più fedeli senz’altro sono quelli della parrocchia “San Martìn de Porres”,  la “Reyna vitalicia de la tercera edad” con le sue amiche, il “Coro Bishara”, le “Damas del Ecuador” , la “Armada del Ecuador” e il fedelissimo gruppo “Amigos del Cottolengo” della nostra Parrocchia di “Santa Marianita”.
A Natale vengono anche alcuni familiari e molte famiglie private portano i loro saluti e i loro doni. Praticamente per un paio di settimane tutti i giorni abbiamo degli ospiti. Certamente per i nostri cari anziani anche queste visite creano un ambiente natalizio.
- Anche quest’anno il 23 Dicembre (che è anche la data dell’apertura dell’Asilo) abiamo avuto la gioia d’avere fra noi il nostro Vescovo, Mons. Eugenio, che ha anticipato la S. Messa di Natale. Grazie anche alla presenza dei sacerdoti che durante l’anno accompagnano le nostre celebrazioni liturgiche (Antonio, Matteo, Adriàn, Silvino) e alla partecipazione delle nostre suore e quelle di Tachina con diversi amici, è stato un momento spiritualmente molto significativo e toccante.
Il Vescovo ha saputo dire parole d’incoraggiamento per tutti: per gli anziani, per i collaboratori,  per noi religiosi e per tutti i presenti.
Ha invitato tutti ad essere uomini e donne di pace con la certezza che la nostra bontà e il nostro servizio  vinceranno sul male e la violenza che ci circonda.
A noi fratelli cottolenghini in particolare ci ha ricordato che rappresentiamo e siamo la Chiesa: ogni nostro gesto, ogni nostro servizio è fatto a nome del Vicariato di Esmeraldas, la nostra Chiesa locale. Quindi abbiamo questa responsabilità che dev’essere anche la nostra consolazione e la nostra forza: con il nostro agire siamo la Chiesa che è in Esmeraldas.
Dopo la celebrazione eucaristica non è mancato un bel momento conviviale animato dei bambini della scuola materna “San Josè Cottolengo” di suor Giusy.
Il Vescovo ha voluto salutare tutti gli anziani uno ad uno e per tutti ha donato una sua parola di Pastore e amico.
- Tra i tanti regali non sono mancati i nostri. Non caramelle e biscotti ma a tutti un indumento utile: chi un pigiama, chi una camicia, chi dei pantaloni...a seconda della necessità.
- Non possiamo dimenticare che quest’anno erano assenti 5 nostri ospiti, già chiamati al premio eterno. Cinque persone ben conosciute che hanno scritto con la loro vita pagine speciali per questa casa. Chi è stato qui sicuramente li ricorda con simpatia. 
Essi sono: Camillo Marconi, Trinidad Marina, Eliseo Lastra, Eliseo Profeta, Rafael Valderrama. Abbiamo sentito la loro mancanza e li ringraziamo per l’amicizia e la simpatia che ci hanno dato.
- A tutti voi i nostri più sinceri auguri di un buon anno nuovo 2011

I fratelli Maurizio, Pietro e Luciano









Nessun commento:

Posta un commento