Tachina

lunedì 22 febbraio 2010

E' arrivata Carmita

Da molto tempo le nostre suore di Esmeraldas aspettavano il giorno per portarla qui.
Viveva sola, però le nostre suore la seguivano con amore , dedizione e competenza e questo ci rassicurava .
Ultimamente però quasi non riesce più a camminare.
Così appena si è liberato il posto di Marina, l’abbiamo accolta.
Lei si è súbito inserita bene: è felice e simpatica.
Ha “solo” 73 anni ed è licida di mente.
Cammina lentamente con l’ausilio di un girello. Fortunatamente rifiuta la carrozzina: tanto qui non c’è fretta e può anche arrivare in ritardo!
Carmita.jpgCome tutti noi anche Carmita è affezionata alle sue cose: la sua zanzariera ( con dei buchi così grossi dove può pasarse un…passero!), la sua vecchia radio che prende solo una stazione ( e che ha anche il…giradischi), la sua borsa andina, i suoi vestiti scolorati… Noi gli abbiamo lasciato tutto anche se crea disordine. Non importa.
Carmita ha le sua abitudini e le sue piccole manie, come me, come tutti: dormire senza materasso, mettersi sempre un fazzoletto in testa, spalmarsi di vaselina prima di dormiré…
Solo un paio di volte ha detto “me voy a mi casa..”, ma poi ci ha ripensato e si fa una risatina “ma no è meglio se rimango qui…”.
Sa che le nostre suore e i nostri sacerdote vengono spesso qui all’Asilo. Per lei è come rivedere i suoi cari. Questo è davvero molto importante: l’abbandono e la solitudine rettristano l’animo e accorciano la vita.
Bienvenida Carmita. Speriamo di cuore che ti trovi sempre bene qui con noi. E ti auguriamo tu possa raggiungere con il sorriso i 102, come Marina che hai sostituito.
Fratel Maurizio



Gloria.jpg

Nessun commento:

Posta un commento