Tachina

domenica 4 gennaio 2009

Enero 2009


Anche da Tachina, uniti ai nostri cari anziani, auguriamo a tutti gli amici dell’Associazione e ai lettori del blog un FELIZ AÑO NUEVO 2009.

Che il Signore doni ad ognuno di voi e alle persone a voi care tanta gioia, salute e tutto ció di cui avete bisogno per vivere serenamente questo nuovo anno appena iniziato. Ringraziamo di cuore tutti quelli che ci sono stati vicini quest’anno.
019_tachina hogar.jpg
Anzitutto i volontari che nel corso del 2008 si sono “avventurati” qui a Tachina, iniziando cosí il prezioso servizio del volontariato internazionale anche qui in Ecuador: sono Agostino, Alessandra, Andrea, Fabio, Bruno, Simona, Maria Grazia e Luigino. Grazie di cuore. Voi sapete quanto i nostri anziani hanno gradito la vostra presenza e i vostri servizi.
Anche a fratel Robert e a fratel Luca va il nostro piú fraterno grazie per l’aiuto che ci hanno dato durante i loro mesi di permanenza fra noi.
Un grazie di cuore anche a tutti coloro che ci hanno inviato delle offerte. Il Signore, che sa tutto, saprá come ricompensarvi.
Con le offerte ricevute nel corso del 2008 siamo riusciti a fare questi lavori:
- cambio di tutte le tende dell’Asilo, compresa la casa-ospiti e casa-fratelli;
- compera di 13 nuovi comodini;
- sistemazione della casa-ospiti: rifacimento bagni, riverniciatura, installazione acqua calda, compera di un frigorifero grande e un fornello microonde;
- costruzione di un servizio igienico esterno;
- imbiancatura cucina e refettorio degli ospiti;
- imbiancatura della “glorietta”;
- compera di nuovi mobili per l’infermeria;
- completamento e apetura della casetta numero 2;
- compera di una nuova sterilizzatrice, un aspiratore e bombola d’ossigeno grande.
Davvero tanto!! molto di piú del previsto, considerando anche i tempi di crisi che stiamo vivendo un po’ tutti, ma.... si vede che la Provvidenza va al di lá...!!
Oltre ad aver reso l’Hogar piú bello ed accogliente strutturalmente, non sono mancate altre iniziative. Vogliamo brevemente 042_ancianos.jpgelencarvi le principali.
Abbiamo assicurato a tutti gli anziani assistanza medica di base con esami di laboratorio di routine a tutti. Il dottor Almeida é venuto tutti i sabati pomeriggio e al bisogno su chiamata.
Non sono mancate ecografie, fatte dal dottor Chicaizar al “Centro de salud S. José Cottolengo” di sr. Anna ad Esmeraldas. Inoltre sono stati eseguiti piccoli interventi chirurgici (estrazioni dentali, circoncisioni, toilette chirurgiche....) e radiografie.
Un gruppo di specialisti regolarmente ha visitato gli anziani nei loro ambulatori o qui all’Asilo: sono il dottor Torres (oftalmologo), il dottor Panchano (cardiologo), il dottor Rosales (dermatologo), la dottoressa Cañarte (psichiatra), la fisioterapista Irene che é venuta fino a Settembre.
3 allieve assistanti sociali, 8 allieve infermiere e 3 della Scuola Navale sono venute all’Asilo per il loro tirocinio scolastico coprendo praticamente quasi tutto l’anno.
Timidamente siamo partiti con il volontariato locale (con Maxima, Romano, Marzia e le postulanti delle suore Elisabettine di Tachina). Per problemi legati soprattutto al trasporto (pochi mezzi pubblici e orari scomodi) non ha goduto di molta continuitá. É questo un settore certamente da rivalutare e ristudiare in futuro.
Buona é stata la collaborazione con Enti Pubblici (quali il “Ministerio de Salud Publica”, l’Ufficio d’Igiene pubblica, uffici ministariali come il MIES, l’INNFA, il CONADIS, il medico provinciale dottor Sosa, il sindaco Ernesto Estipiñan ...) e privati (il Vicariato Apostolico, diverse scuole e guppi di catechismo...) i quali sempre hanno donato qualcosa all’Asilo: cibo, medicine, materiale sanitario.
É stata assicurata l’assistenza religiosa continua, almeno per i cattolici, grazie ai sacerdoti Piero, Antonio, Matteo, Pino e Richard che hanno sempre celebrato tre Sante Messe settimanali e altri momenti litugici (confessioni, funerali...).
006_quito parrocchia.JPGIl quotidiano “La Hora” ha pubblicato almeno quattro articoli riguadanti l’Hogar e la nostra attivitá (l’ultimo, il 26 dicembre, ha dedicato un’intera pagina su come abbiamo trascorso il Natale).
Pur non essendo riusciti ad organizzare una gita comunitaria con gli ospiti, non sono mancate uscite per molti di loro: a turno qualcuno viene al mercato il venerdí pomeriggio e chi vuole partecipa alla S. Messa alla sera in parrocchia.
Sappiamo che c´é ancora molto da fare per ottimizzare la vita di questi nostri anziani: non ultimo l’attivitá occupazionale per i piú in gamba e il potenziamento della fisioterapia.
Se voi continuerete ad aiutarci come avete fatto fin’ora e a credere in questo nostro servizio rivolto agli anziani piú abbandonati e ospitati qui da noi, il Signore ci illuminerá e ci indicherá la strada da seguire.
Con riconoscenza, i fratelli di Tachina
Pietro e Maurizio

Numeri e nomi:
- nel 2008 abbiamo accolto all’Asilo 12 nuovi anziani: Emilio, Gallon, Mariano, Lelia, Alejandro, Joséfelix, Estupiñan, Peralta, Ponce, Dora, Ambrosia, Juan;
- 6 anziani hanno lasciato l’Asilo, alcuni di loro si sono riinseriti presso familiari che li hanno riaccolti: Wilson, Ramon, Gallon, Lelia, José, Ponce;
- 6 anziani sono morti: Cereso, Angulo, Pot-Pot, Alejandro, Trifilo, Manuel.
Attualmente gli ospiti sono 34, dei quali 11 donne.




Nessun commento:

Posta un commento